Helleborus thibetanus

Helleborus thibetanus, Franchet (1885)

L’Helleborus thibetanus proviene dalla Cina, per la precisione dalle foreste pluviali delle province del Gansu, dello Shaanxi, dell’Hubei e del Sichuan, dove si trova ad altitudini dai 1.000 ai 3.700 metri. Pertanto, questa specie è geograficamente del tutto isolata dalle altre specie di Helleborus.

Le soffici foglie di questa specie caulescente sono suddivise in otto a dieci segmenti e presentano una bordatura dentellata. Lo sviluppo veloce in primavera di questa specie, che in realtà ha una crescita piuttosto lenta, la rende suscettibile alle gelate primaverili. I peduncoli danneggiati possono spezzarsi completamente e morire. Questa specie di Helleborus raggiunge un’altezza tra i 30 e i 50 cm. Durante la fioritura la crescita del fogliame è scarsissima.

I fiori possono avere un diametro tra i 4-6 cm e sono color crema a rosa. Spesso presentano delle nervature color rosa scuro o si scoloriscono in fase di sfioritura. Durante il periodo di fioritura tra l’inizio di marzo e l’inizio di aprile, l’Helleborus thibetanus ha un aspetto molto appariscente, in quanto ogni germoglio produce fino a sette fiori contemporaneamente. Dopo la fioritura, la pianta appassisce del tutto ed entra nel riposo estivo.

Le plantule dell’Helleborus thibetanus sono una caratteristica particolare di questa specie. Durante la germinazione, le foglie embrionali restano sotto il terreno (germinazione ipogea). Le foglie che emergono dal terreno sono le prime foglie vere e proprie, ovvero le cosiddette primarie.